FollowFriday #9

Da molto tempo non mi trovavo con cotanta abbondanza di dischi da ascoltare e, di conseguenza, di cui parlare. Devo ammettere che il 2011 è iniziato col piede giusto e nel giorno in cui il mondo ascolta il nuovo singolo dei Radiohead (cosa che devo ancora fare) mi concedo il lusso di darvi qualche consiglio. […]

Read more

Shelf Confessional

Ho comprato uno scaffale nuovo. Per i miei cd. Quello vecchio era scomodo, rotto e, per l’appunto, vecchio. Il nuovo scaffale l’ho preso all’IKEA. Odio l’IKEA, nonostante la consueta e massiccia presenza di figa. Tant’è, lì con venti euro mi sono preso uno scaffale alto due metri, nuovo di zecca. Esteticamente non è un granché, […]

Read more

Nota di demerito

Quando facevo esperienza del potere giocando al videogioco più bello del mondo che è e sempre sarà Sim City 3000, ricordo che gli assessori e i consiglieri che mi venivano affiancati, quelli con dei simpatici nomen omen, mi davano sicurezza. Mi trattavano tutti bene. Si rimettevano tutti al mio buonsenso ed erano liberi di condividere […]

Read more

All my fault

La coerenza è una virtù che non mi appartiene, è una frase forte, lo so, infatti occorre fare delle dovute specifiche. In realtà negli aspetti importanti della vita (valori, relazioni sociali…) mi ritengo una persona piuttosto coerente, ma per quel che riguarda gli aspetti più “ricreativi” tendo a spararle grosse per poi rimangiarmi tutto, senza […]

Read more

FollowFriday #8

Ricordi di gioventù. Punk-o-rama, il Deconstruction, i bermuda, i Beatsteaks. I Beatsteaks erano/sono un gruppo di disadattati. Nati e cresciuti in Germania, da giovani firmano per Epitaph per non si sa quale motivo, sono bravissimi d’accordo, ma completamente diversi da tutti, fanno post-hc quando tutti suonano hc melodico e sono tedeschi appunto, come i Die […]

Read more