mewithoutYou – Ten Stories

C’è stato un periodo in cui per questi stronzi cristiani avrei fatto di tutto. E certe cose folli le ho fatte pure. Poi ha cominciato ad andare tantissimo di moda il folk, più o meno nello stesso momento in cui hanno perso un chitarrista. Ispirati da Gesù hanno colto la palla al balzo per fare una […]

Read more

You blew it! – Grow up, dude

Se già vi mancano i Crash of Rhinos e pensate che ci vorrà ancora un po’ per un loro disco, se l’emo quello trucido e cantato in coro per voi non è mai abbastanza probabilmente sapete già che dovete sfogliare periodicamente il catalogo Topshelf. Almeno il mio amico Lezze lo sa. Questi You Blew It! vengono giusti giusti da lì. […]

Read more

State Lines – Hoffman Manor

Sembra che abitare vicino a spiagge tamarre statunitensi doni qualcosa in più a chi si mette a fare pop punk. Questi State Lines di Long Island mi piacciono come non succedeva da tempo nel genere, colpa di una voce un po’ più stronzetta ricca di stonature come andava nell’emo di una quindicina di anni fa. Tante piacevoli […]

Read more

Chromatics – Kill for Love

Di essere coerente non me ne frega un cazzo. No, non è una canzone degli Zen Circus – anche se quei punkabbestia sarebbero in grado di fare un triplo concept album sul tema – ma è la scusa che mi do quando prendo un abbaglio. Al primo ascolto di questo monumentale album esclamai: “ennesimo disco di merda che non […]

Read more

Neon Piss – s/t

Uno ascolta i the Men o i Ceremony ed è contento, perché è tornato il punk, perché sono sporchi, perché sono marci, ma poi non si ricorda nemmeno una canzone. Uno poi ascolta i Neon Piss e dopo la prima canzone capisce che questi, a quelli, ci cagano in testa, perché non fanno freakkettonate, perché cantano e perché di avere delle influenze se ne sbattono. In realtà i territori sono vicini, ma non così […]

Read more

Beach House – 
Bloom

La voce di Victoria Legrand è bellissima.Ora come ora potrei, azzardando, metterla in cima alla mia top five delle ragazze che cantano. In Bloom la voce di Victoria è ancora più bella, e le canzoni sono ancora più pop, piene di furbizie ed espedienti azzeccatissimi. Quello a cui vi trovate di fronte è dream-pop per le masse, o per bunnies, con una chitarra […]

Read more

Bear in Heaven – I love you, it’s cool

I Bear in Heaven sono una band  di Brooklyn, con le chitarre, molta elettronica, le luci, i momenti chill, i ritornelli,un animale nel nome e qualche pezzone qua e là ma con anche poca sostanza. Disco piacevole, buono per l’aperitivo pre-grigliata ma che, appunto, lascia gran pochi spunti all’ascoltatore. Una next-big-thing – solo NME usa ancora questa espressione credo – […]

Read more