fbpx

Castevet – The Echo & The Light

I Castevet sono proprio fighi. Forse esagero quando dico che sembrano degli American Football sotto acidi con Chuck Ragan alla voce, però è una descrizione che può vagamente dare un idea della

Read More +

Moving Mountains – Waves

I Moving Mountains mi piacciono. Ho speso settemilaecinque e me li ascolto. Dopo Foreword mi aspettavo un disco completamente diverso. Invece ascolto Waves e mi sembra di ascoltare Vheissu dei Thrice. E la cosa non mi dispiace più di tanto. Anche perché non

Read More +

Joanna Newsom – Have one on me

C’è qualcosa di incredibilmente perverso nel disco di Joanna Newsom. Esiste davvero gente disposta a spendere due ore del proprio tempo dietro ad un disco del genere? Qualcuno trova davvero geniale il fatto

Read More +

The Arteries – Dead Sea

Brutti, sporchi e cattivi. Ed essendo inglesi, probabili consumatori seriali di litrate di alcool. Gli Arteries suonano un punk-rock bello grasso e tirato, e hanno alla voce una copia-carbone (vocalmente parlando) del buon Frank Turner periodo Million

Read More +

Maritime – Human Hearts

Ritorno estremamente gradito quello dei Maritime. Il successore di Heresy And The Hotel Choir arriva dopo ben quattro anni di silenzio. Non sono la persona più indicata per parlare di questo disco. La mia posizione

Read More +

Telekinesis – 12 desperate straight lines

Dei Telekinesis mi parlò benissimo un amico, qualche tempo fa, che li vide come spalla dei Thermals. Incuriosito dall’entusiastica recensione, e perché no, anche dal nome, mi premurai di recuperare qualche loro album. Album che,

Read More +

Pj Harvey – Let England shake

Perchè non mi sono mai cagato, in tutti questi anni, nemmeno un disco di Pj Harvey? Perché Massimo Mauro ha un contratto come opinionista SKY mentre io sono qui che continuo a fare la fame?

Read More +

Ok Pilot! – Nerves

Testati proprio martedi sera, grazie ai sempre attentissimi ragazzi della Occasional Disaster, in una più consona sede live. Questi inglesotti sanno decisamente il fatto loro. Concerto estremamente potente e coinvolgente. Il disco non riesce ovviamente

Read More +

Chixdiggit! – Safeways here we come

Graditissimo ritorno quello dei Chixdiggit!. Sapevo benissimo cosa aspettarmi da questo nuovo EP, e il non essere stato smentito, questa volta, mi ha fatto estremamente piacere. Pop-punk + divertimento + ragazze. I soliti

Read More +

Dave Hause – Resolutions

Prima o poi doveva arrivare anche per il frontman dei Loved Ones il momento del disco solista. Pratica sempre più diffusa, che purtroppo non sempre è in grado di regalare momenti di assoluto valore.

Read More +

Cold War Kids – Mine is yours

Ero già pronto ad attuare il mio piano diabolico. Partire dal flop di questo Mine Is Yours per poter parlar male del loro nuovo produttore e, soprattutto, della band che ha recentemente portato al

Read More +

Monotonix – Not yet

Mi è capitato proprio l’altro giorno di discutere con un’amico, compagno di suonate e bevute, dell’effettiva utilità di una band come i Monotonix. Sotto l’aspetto musicale, trovare un’utilità a questi pazzi Israeliani

Read More +

Hostage Calm – S/T

Nati come gruppo hardcore, gli Hostage Calm con questo disco hanno deciso di cambiare rotta in maniera piuttosto decisa. Un po’ di tupa tupa c’è ancora, e fa compagnia a diversi richiami ai Crime In Stereo che contano,

Read More +

Lemuria – Pebbles

Non capisco come si possa parlar male dei Lemuria, essendo loro una band seria, preparata, intelligente e di madrelingua inglese. Pebbles continua sulla falsa riga, per altro ottima, del precedente Get Better. Indie-rock con qualche bel

Read More +

Everyone Everywhere – S/T

L’enorme somiglianza degli Everyone Everywhere con i Promise Ring basterebbe di per sè a chiudere qui i giochi, liquidando il disco come magnifico. Sarei un pirla però se non spendessi due righe a proposito del talento

Read More +

The Hold Steady – Heaven is whenever

Giungo all’ascolto di questo disco con un ritardo a dir poco clamoroso. Gli Hold Steady mi piacciono molto, e ripescare il loro Heaven Is Whenever con un’anno di ritardo trovo sia un comportamento a dir poco

Read More +

The Menzingers – Chamberlain Waits

Secondo disco per i Menzingers. Il loro punk-rock gainesvilliano ai tempi di A Lesson In The Abuse Of Information Technology non era riuscito ad attirare la mia attenzione. In questo nuovo Chamberlain Waits hanno aggiustato un po’

Read More +

Annuals – Count the rings

Porca miseria, gli Annuals hanno fatto nascere un clamoroso conflitto interno alla mia persona . Si perchè  il loro indie-pop freakettone/hippie/figlio dei fiori dovrebbe mandarmi in bestia, invece da un paio di

Read More +

Antony & The Johnsons – Swanlights

Antony Hegarty è tanto bravo quanto esteticamente raccapricciante. Su questo non c’è alcun dubbio. Rimane il fatto che se devo pensare ad un artista clamorosamente noioso e soporifero, lui è sempre il

Read More +

None More Black – Icons

Nella mia ottica, Jason Shevchuk (ex-Kid Dynamite) sta al punk/hc come Sandro Ciotti sta alla telecronaca. E’ “LA VOCE“! Peccato che questo “Icons” sia sostanzialmente una “ciofeca” di disco punk-rock. Il buon

Read More +
1 4 5 6 7

withemes on instagram

This error message is only visible to WordPress admins

Error: No connected account.

Please go to the Instagram Feed settings page to connect an account.